Categorie
Comunicato stampa

PNRR: l’agenda del Comune di Senigallia senza alcuna innovazione nè visione strategica

Siamo alla vigilia di un’importante stagione in quanto a investimenti di soldi pubblici che, entro le previsioni del PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, saranno planati sul territorio nazionale per invertire la rotta degli effetti causati dalla pandemia da Covid-19.

Gli enti locali comunali sono tra i soggetti abilitati a proporre progetti da finanziare e anche il comune di Senigallia si è attivato. Secondo quanto è dato di sapere arriverà sul nostro territorio nei prossimi anni una somma pari a circa quindici milioni di euro. Mai visto nulla di simile fino ad ora

Bene! Anzi no, male…malissimo! Scorrendo infatti la rassegna delle schede progetto finanziabili per Senigallia ritroviamo, insieme ad un elenco di interventi sfilacciati e di basso profilo, anche alcuni buoni interventi lasciati in eredità delle precedenti amministrazioni di centrosinistra (come ad esempio il collegamento pedonale lungomare – centro storico già previsto nel piano del centro storico dell’architetto Cervellati o la riqualificazione del lungomare Marconi; la rigenerazione architettonica di palazzo Gherardi o del Collegio PIO IX, che si affaccia su piazza Garibaldi), ma…

Lasciando perdere gli interventi di minor importanza e scarsa valenza strategica, quelli di più ampio respiro, testé richiamati, va ricordato che sono stati pensati in uno scenario di pre-pandemia e si innestavano in un modello della cosiddetta “città bella”. Nel contesto attuale tutto ciò appare senza anima, senza innovazione, senza capacità propulsiva che il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza sembra richiedere al Paese come ultima chiamata.

Categorie
Comunicato stampa

Le nostre riflessioni sui quesiti referendari

Condividiamo con i cittadini che ci seguono alcune libere riflessioni sulla tornata referendaria del 12 giugno 2022. 

Siamo molto delusi che il quesito sull’Eutanasia Legale “Liberi fino alla fine”, al quale abbiamo contribuito direttamente con la raccolta di firme e, che rappresenta “materia viva”, vicina al sentire comune trasversale, passaggio indispensabile di civiltà e dignità della persona, sia stato dichiarato inammissibile dalla Consulta lo scorso febbraio.

Riguardo i 5 quesiti per cui siamo chiamati a esprimere il nostro parere, tutti conveniamo che la giustizia italiana vada senz’altro riformata, ma certamente non avverrà con questi referendum e con i partiti che li appoggiano. 

Categorie
Comunicato stampa Evento La sinistra in festa

Venerdì 3 giugno, La Sinistra in Festa #5 a Factory Zero Zero: Infrastrutture sociali e rigenerazione urbana

Il quinto e ultimo appuntamento nell’ambito della rassegna di incontri e dibattiti La Sinistra in Festa: venerdì 3 giugno dalle ore 19:30, Factory Zero Zero, via Giordano Bruno, 26 Borgo Mulino Senigallia.