Categorie
Direttivo

Protetto: Verbale del direttivo del 20 settembre 2022

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Categorie
Comunicato stampa

Appello all’assessore regionale Aguzzi: a tanta sincerità può seguire solo un atto di onestà intellettuale politica, quello delle dimissioni immediate.

Se il virgolettato riportato dalla stampa: “Alluvione? Non sapevo niente” risponde a verità, diamo atto all’assessore regionale Massimo Aguzzi di essere molto sincero, ma come accade nei sistemi organizzativi complessi per i vertici apicali di comando, gli chiediamo di trarre le dovute conseguenze per onestà intellettuale e politica: dimettersi dalla carica di vertice della Protezione Civile regionale e ritirarsi dalla competizione elettorale per le elezioni in Parlamento di domenica prossima.

Amministrare la protezione civile regionale non è un hobby, dall’efficienza e dall’efficacia dell’assetto organizzativo e dal tempismo delle scelte in caso di emergenza dipende la prevenzione a salvaguardia delle vite umane e dei danni a persone e cose.

Categorie
Comunicato stampa

Fase 2 dopo il 16 settembre: danni e rimborsi se ho perso l’auto

Stamattina abbiamo verificato personalmente la fase 2: la denuncia dei danni subiti. 

Dal sito del Comune, abbiamo scaricato il modulo B1 per la ricognizione dei danni subiti e la domanda di contributo per l’immediato sostegno alla popolazione (il modulo C1, invece, è riservato alle imprese ed attività produttive) mettendoci nei panni di chi ha subito danni irreparabili alle automobili di proprietà e avesse urgenza di trovare sollecite soluzioni per recarsi ai posti di lavoro ubicati in comuni diversi dal nostro. Si aggiunga che le corse degli autobus sono sospese fino a giovedì 22 settembre.

Categorie
Comunicato stampa

Vicini alle popolazioni colpite

Siamo vicini alle cittadine e ai cittadini senigalliesi e alle popolazioni della vallata del Misa-Nevola colpite da questo disastro epocale. Ci uniamo al cordoglio per le vittime, colte dalla furia impetuosa di un’acqua densa di tronchi, detriti e fango, agli anziani, ai giovani, alla giovane studentessa di un liceo senigalliese e alla disperazione di chi aspetta notizie dei cari dispersi, di chi ha perso i congiunti, la casa, il lavoro di una vita, i ricordi e di chi si chiede come ricominciare di nuovo. Non dimentichiamo neanche le giovani imprese, nuovamente annientate, aperte con mutui, in molti casi contratti dopo la prima alluvione.

Categorie
Ambiente Comunicato stampa

Venerdì 16 settembre ore 18, incontro gratuito con Midulla (WWF Italia): Clima, energia, caro bollette

L’attuale crisi energetica, con la speculazione sul costo del gas partita ben prima della guerra in Ucraina, ha messo in evidenza la fragilità di un sistema energetico largamente basato sulle fonti fossili, in particolare sul gas.

In questa campagna elettorale il tema delle energie rinnovabili rimane molto sottodimensionato: si parla semmai di riaprire centrali a carbone, di rigassificatori, di inceneritori, di potenziamento dei gasdotti… ma di spingere l’acceleratore sulle rinnovabili ne parlano in pochi, quando invece dovrebbe essere il tema centrale nella situazione attuale, perché le energie rinnovabili sono oggi, non solo le fonti più pulite, ma anche quelle più economiche e che si possono installare in meno tempo.

Oggi dovremmo semmai accelerare il percorso verso una vera transizione energetica ed ecologica: puntare con decisione sulle energie rinnovabili sia perché costano molto meno delle altre strampalate proposte sul tavolo della politica, sia perché consentono di eliminare la dipendenza dal gas russo, di ridurre le emissioni di gas serra, decarbonizzando e rendendo circolare la nostra economia in modo da essere coerenti con l’obiettivo del riequilibrio climatico.

In Italia la crisi climatica significa riscaldamento eccessivo, fortissime perturbazioni al ciclo dell’acqua e altri fenomeni meteo-climatici estremi. Tutto ciò va ad impattare su territori fragili e crea danni a vari livelli, influenzando fortemente e negativamente anche le attività economiche e la vita sociale. Stime assodate mostrano come, se non si porrà rimedio alla crisi climatica, lo sviluppo economico si ridurrà in modo sensibile e avremo danni rilevanti a città, imprese, produzioni agricole, infrastrutture.

Perché i cambiamenti climatici di origine antropica e i loro effetti disastrosi riguardano, non solo il territorio e gli ecosistemi, ma anche l’uomo e la società, relativamente al suo benessere, alla sua sicurezza, alla sua salute e alle sue attività produttive.

In questo contesto, ci appare urgente porre queste problematiche in cima all’agenda politica attraverso l’elaborazione di programmi politici approfonditi su questi temi e una pronta azione del prossimo governo per la lotta alla crisi climatica e ai suoi impatti.

Fino ad oggi però è totalmente mancata una visione strategica di ampio respiro in grado di porre solide basi per una vera transizione ecologica ormai non più rinviabile, e non possiamo più permetterci l’errore di separare la questione ambientale da quella economica, considerando la prima solo in funzione di un eventuale vantaggio economico. Bisogna dare risposte subito alla crisi climatica e all’aumento del prezzo dell’energia che porta le famiglie alla crisi sociale e le imprese a quella economica.

Come ha dichiarato il premio Nobel Giorgio Parisi “è importante che i partiti mettano in chiaro nei loro programmi quali sono i loro progetti per la lotta ai cambiamenti climatici, per andare verso le energie rinnovabili e un mondo meno inquinato”.

Venerdì 16 settembre ore 18, presso la Chiesa dei Cancelli di Senigallia, ne parleremo con Mariagrazia Midulla, di WWF Italia: Clima, energia, caro bollette – Analisi e prospettive per uscire dalla crisi.
Abbiamo invitato i candidati del centro-sinistra nella nostra circoscrizione elettorale. Ascolteremo assieme ai cittadini ed elettori, che parteciperanno all’incontro, le proposte che gli ambientalisti fanno alla politica e, assieme, ci attendiamo di avere risposte e proposte chiare dai candidati al Parlamento italiano.

L’evento sulla nostra pagina Facebook

La locandina dell'incontro
Categorie
Ambiente Comunicato stampa

Come mettere a rischio la balneazione in piena stagione turistica. L’audace “colpo” dei soliti noti.

Comunicato stampa a tarda serata dell’Amministrazione sui giornali online e via social. In mattinata, il porto canale è stato stasato con deflusso in mare di migliaia di metri cubi di acque reflue del depuratore e delle fogne di Senigallia.

Anche i più distratti avranno notato che una delle conseguenze della crisi climatica è lo stato comatoso dei nostri fiumi. 

A causa dell’assenza di piogge e delle ondate di caldo estremo anche il tratto urbano del nostro Misa, di fronte alla crisi idrica più grave degli ultimi 70 anni, sarebbe andato in secca se non fosse rimpolpato nell’ultimo chilometro dal deflusso delle acque reflue del depuratore e delle fogne di Senigallia

Categorie
Direttivo

Protetto: Verbale del Consiglio Direttivo dell’11 agosto 2022

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Categorie
Comunicato stampa

La raffineria Api va chiusa, non la libertà di espressione

Esprimiamo solidarietà e vicinanza a Roberto Cenci, già consigliere comunale di Falconara Marittima che, in questi giorni, ha iniziato il suo iter processuale presso il Tribunale di Ancona per essere stato citato in giudizio dalla raffineria Api per una supposta condotta ritenuta lesiva, in realtà, secondo noi, per la sua decennale battaglia ambientalista per la tutela del diritto alla salute e del diritto a vivere in un ambiente salubre.

La salvaguardia dell’ambiente e del diritto alla salute di ogni persona sono temi di assoluto interesse generale, per i quali sono fondamentali avere sempre la massima e puntuale informazione. 

Categorie
Segreteria Tavolo 5

Protetto: Verbale dell’incontro di segreteria del 19 luglio 2022

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Categorie
Comunicato stampa

PNRR: l’agenda del Comune di Senigallia senza alcuna innovazione nè visione strategica

Siamo alla vigilia di un’importante stagione in quanto a investimenti di soldi pubblici che, entro le previsioni del PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, saranno planati sul territorio nazionale per invertire la rotta degli effetti causati dalla pandemia da Covid-19.

Gli enti locali comunali sono tra i soggetti abilitati a proporre progetti da finanziare e anche il comune di Senigallia si è attivato. Secondo quanto è dato di sapere arriverà sul nostro territorio nei prossimi anni una somma pari a circa quindici milioni di euro. Mai visto nulla di simile fino ad ora

Bene! Anzi no, male…malissimo! Scorrendo infatti la rassegna delle schede progetto finanziabili per Senigallia ritroviamo, insieme ad un elenco di interventi sfilacciati e di basso profilo, anche alcuni buoni interventi lasciati in eredità delle precedenti amministrazioni di centrosinistra (come ad esempio il collegamento pedonale lungomare – centro storico già previsto nel piano del centro storico dell’architetto Cervellati o la riqualificazione del lungomare Marconi; la rigenerazione architettonica di palazzo Gherardi o del Collegio PIO IX, che si affaccia su piazza Garibaldi), ma…

Lasciando perdere gli interventi di minor importanza e scarsa valenza strategica, quelli di più ampio respiro, testé richiamati, va ricordato che sono stati pensati in uno scenario di pre-pandemia e si innestavano in un modello della cosiddetta “città bella”. Nel contesto attuale tutto ciò appare senza anima, senza innovazione, senza capacità propulsiva che il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza sembra richiedere al Paese come ultima chiamata.